Kitchen Ice: a Riccione il gelato diventa ancora più buono cucinato in pentola

"Il rispetto della tradizione si sposa con l'utilizzo di ingredienti tipici e genuini, molti dei quali scelti a chilometro zero"
Kitchen_Ice
Kitchen Ice Credits: Riccione Happy Days | Martina Fantini

A Riccione arriva il gelato come una volta 🍦, quando la preparazione richiedeva buone capacità ai fornelli.
Senza addensanti e coloranti, è pronto a sbalordire con il suo sapore autentico e genuino.

Fin dal primo assaggio si capisce come nessun altro potrà prendere il suo posto. A idearlo è Gabriele Urbinati, fondatore del Kalamaro Piadinaro, che definisce la produzione “quasi alchemica”.

Cosa lo rende così speciale?

Senza alcun dubbio la ricetta, lunga e precisa: una vera novità in casa Kalamaro Group. 

Una volta entrati (e gustato un magnifico cono con pistacchio, Kitchen cream e panna montata) la signora Marina, alle redini della gelateria da ben quattro anni, illustra i passaggi da compiere con gli occhi di chi è solito portare avanti una passione con alle spalle un bel bagaglio d’esperienza.

«Noi non siamo come gli altri. Qui non utilizziamo nessuna base bianca, ogni gusto ha ingredienti propri. Tutti pastorizzati a 85°, per poi essere “agitati” e quindi mantecati». 

Il gelato cuoce nelle pentole di rame o acciaio, sulle piastre a vista. Il composto, una miscela con panna fresca, latte, uova di galline allevate a terra, zucchero di canna grezzo e miele d’acacia, viene cucinato fino a raggiungere la temperatura giusta.

Da qui in poi, grazie alla mantecatura, compie una metamorfosi e, come per magia ✨, da liquido diventa solido, pronto da mangiare: magari come farcitura di una bella focaccia se preferite!

Focaccia con gelato
Focaccia con gelato
Credits: Martina Fantini

Shh… è un segreto!

Marina svela un piccolo trucchetto. Quando il tempo è poco, utilizza un macchinario in grado di sostituire la sue mani competenti e professionali. Ma il gelato cucinato è buono comunque, ve l’assicuriamo!

Anche l’occhio vuole la sua parte!

Food a parte, non possiamo non spendere due parole sul locale. Questa volta il merito va all’architetto Giovanni Cenni, famoso anche nel mondo della moda, che ha realizzato la gelateria con fornelli a vista, aggiungendo un bellissimo piano di marmo in cui si trovano le vaschette contenenti i gusti.

Perché dovreste fidarvi..?

Non è il solito gelato, il Kitchen Ice è molto di più! ✌

Kitchen Ice – Gelato Cucinato
Viale Ceccarini, 130
Per info: kitchenice.it

Informazioni biografiche Adoro narrare ciò che passa davanti al mio sguardo e attraverso il mio palato con un semplice click. Un proverbio cinese diceva “mangiare è uno dei quattro scopi della vita, quali siano gli altri tre nessuno lo ha mai saputo”. Proprio per questo sono alla continua ricerca della combo perfetta food-location in grado di farmi brillare allo stesso modo occhi e papille gustative. Non a caso sui social mi trovate anche come 'unaforchettaperamica'!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *