Bagnini riccionesi, l’album dei ricordi: un salto anzi due nel passato della Riviera

La spiaggia della Perla Verde punta a ottenere il riconoscimento di patrimonio culturale intangibile Unesco
Manifesto della mostra fotografica Cabine! Cabine! di Riccione
Bagnini riccionesi: la loro storia in mostra a Villa Mussolini - Credits: Comune di Riccione

22 luglio 2021_ L’album dei ricordi dei bagnini riccionesi si apre e si svela. Dopo decenni di tuffi, sotto gli occhi vigili degli addetti al salvataggio, ora è il momento di un tuffo nel passato. Quello dei protagonisti indiscussi della spiaggia: gli uomini in canottiera rossa. ⛱

Nelle sale di Villa Mussolini è allestita – apertura tutte le sere dalle 20 alle 24 – una ricca raccolta di fotografie – dal titolo “CABINE! CABINE!” – che accompagna alla scoperta della storia di questi indiscussi protagonisti. E lo fa a partire dal terribile fortunale che nel 1964 mise emotivamente, e non solo, a soqquadro un’intera generazione di turisti e imprenditori della costa adriatica. 📸

Fotografia storica dei bagnini del salvataggio di Riccione
Bagnini: c’è immagine migliore per la spiaggia?
Credits: chiamamicittà

Fino al 5 settembre i visitatori potranno accedere liberamente alla villa e viaggiare a ritroso nella memoria della città, scoprendo le attività e le peculiarità della professione balneare – quella dei bagnini riccionesi – per eccellenza. 🏝

Inoltre, soprattutto per gli studiosi e gli appassionati, non può mancare la visita al Centro di documentazione sull’identità della spiaggia di Riccione, ospitato al piano terra.

Collaborazioni internazionali, gemellaggi e conferenze completeranno il calendario degli eventi della Perla Verde, che guarda al futuro valorizzando la sua identità.

Conservare, conoscere, osservare: pochi gesti ma fondamentali. Specialmente per sostenere la candidatura della spiaggia a patrimonio culturale intangibile Unesco.

Del resto, come potremmo immaginare le nostre vacanze senza le soleggiate spiagge della riviera? Quanti amori, quante emozioni, quante avventure non sarebbero mai state vissute?

Mare, spensieratezza, notti di musica e albe mozzafiato sulla battigia: Riccione ci ha dato tutto questo e molto di più. 💙

Tag dalla storia
,
Informazioni biografiche Se dovessi descrivermi in tre parole partirei dalle mie iniziali: AZM. A come Arte, che ho sempre amato in tutte le sue forme, sopra tutte la scrittura, a cui alla veneranda età di sei anni decisi di dedicare il mio futuro. Z come Zeus, innanzitutto perché frequento con passione il liceo classico, in secondo piano perché Zeus è il dio dei fulmini e forse qualcuno potrebbe definirmi, in senso benevolo - mi auguro - “fulminata”. Infine, M come Mare: il mare di Rimini, dove sono nata, e il mare della mia mente, un mare di pensieri, di idee e di sogni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *