Incontri ravvicinati del terzo tipo al largo di Riccione: ecco il rarissimo Nudibranco

L'avvistamento, davvero inconsueto, è stato ripreso dal fotografo subacqueo Renato Santi dell’associazione “Blennius”
Lo scatto del rarissimo mollusco Nudibranco
Nudibranco: la prima volta nelle acque di Riccione - Credits: Renato Santi

01 settembre 2020_Riccione non smette di stupire. Proprio quando la stagione estiva volge al termine, ecco un nuovo ospite speciale fare capolino nella Perla Verde. Nessun vip o celebrità, questa volta; si tratta di un Nudibranco Tethis fimbria, un rarissimo mollusco mai visto prima a Riccione – anzi, in generale, nelle acque dell’Adriatico.

L’incontro, del tutto inconsueto, è stato ripreso dal fotografo subacqueo Renato Santi. Il fotografo è membro dell’associazione “Sub Riccione” e di “Blennius”, organizzazione che si occupa di salvaguardare l’ecosistema marino e costiero. Tutto ciò alla barriera dei WMesh, la speciale costruzione contro l’erosione delle coste; una struttura sostenibile e futuribile, a basso impatto ambientale e utilissima per il corretto mantenimento dell’ambiente naturale.

Un avvistamento davvero incredibile, quello del Nudibranco a Riccione. Che testimonia “non solo l’ottimo stato del nostro mare, ma anche il buon risultato ottenuto con le politiche di salvaguardia costiera” afferma Andrea Dionigi Palazzi, Assessore al Demanio.

Tag dalla storia
, ,
Informazioni biografiche Essere un uomo di cultura nell’epoca della tecnica non è facile, ma faccio del mio meglio per riuscirci. Democrito diceva che fare filosofia significa imparare a ridere, perché è solo con il sorriso che si possono affrontare seriamente le sfide della vita, ed è proprio questo quello che vorrei fare da grande. Ecco perché scrivere è per me così importante: scrivendo posso dare vita e forma a tutto ciò che accade, perché siamo tutti personaggi di storie che vale la pena raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *