Chicco Giuliani: “Riccione, la città dell’immaginazione è diventata realtà”

Laurea in Giurisprudenza, voce di Radio Deejay dal 2017, lo speaker bolognese si divide tra Milano, l'Emilia e la Perla Verde
Chicco Giuliani, voce di Radio Deejay dal 2017
Chicco Giuliani, voce a Radio Deejay dal 2017 - Credits: Foto Paritani

Nato a Bologna, studente del glorioso liceo Minghetti – “Sezione A” -, laurea in Giurisprudenza, Francesco “Chicco” Giuliani, voce a Radio Deejay dal 2017, si divide tra Milano, l’Emilia e la Perla Verde. Fisico atletico, sorriso a 45 giri – o 32 denti se preferite – accoglie l’invito di Riccione Happy Days, raggiungendo la redazione al Caffè Pascucci del Palas.

Pronto all’intervista?

“Pronto”.

Per Chicco Giuliani, Riccione è?

“La città dell’immaginazione da bambino e ragazzo: Riccione rappresentava il tempio delle discoteche, del divertimento notturno e soprattutto la sede estiva per Deejay. Sono cresciuto immaginando l’Aquafan, gli artisti della radio (Linus e Albertino, i miei Maestri) e appena ho potuto, parlo dei primissimi Anni Novanta, ho cominciato a scappare a Riccione di nascosto nel weekend. Bologna assomigliava a un puntino nero alle spalle.

Riccione è sempre stata la località anticipatrice dei tempi e delle novità. Poi è diventata per me qualcosa di reale raccontato in diretta, lo faccio ancora oggi e farlo da qua è una figata: è un po’ la chiusura di un cerchio e il completamento del sogno maturato fin da adolescente”.

Tre punti di forza della città?

“Sarà banale dirlo eppure un aspetto che fa la differenza in Romagna, soprattutto in questa parte della regione che conosco meglio, è l’ospitalità. Specie in un’estate così problematica in cui si parla tanto di turismo nostrano e dell’indotto da rilanciare. In più Riccione è bella, è un bijoux, quasi un salotto: ha mantenuto la sua caratteristica e se è possibile l’ha pure migliorata. È anche un luogo in cui rilassarsi, elemento che magari il turista, arrivando da fuori, non percepisce. Io, grazie agli amici che nel tempo mi hanno aiutato a mappare i posti meno affollati, la considero pure un buen ritiro”.

Quali messaggi sta mandando da Riccione, attraverso la radio e all’indirizzo dei giovani, in un’estate così complicata?

“Quello che cerchiamo di proporre, avendo a disposizione una location privilegiata in Aquafan, un vero e proprio osservatorio su mode e tendenze, è il diario dell’estate attraverso le buone notizie, con positività e lo sguardo orientato all’attualità. Concentrandoci su quanto succede al parco e durante le serate in Piazzale Roma. Il tutto mantenendo un contatto diretto con il territorio, senza dimenticare che parliamo a tutta Italia e potenzialmente a tutto il mondo. Amo anche scovare le piccole curiosità, sia che arrivino dalla Romagna in generale, da Riccione o dall’entroterra – Riccione ha la priorità, del resto siamo in onda da qui – come è accaduto alcuni giorni addietro quando abbiamo raccontato del Ministero della Poesia a Santarcangelo. Di tanto in tanto la digressione è concessa”.

Ha 48 ore di tempo per lasciare un segno sulla località in pieno stile Chicco Giuliani: cosa propone?

“Divento immediatamente un politico? Ok! A Riccione si dà già importanza alla spiaggia; esistono diverse zone meravigliose. Tuttavia mi piacerebbe estendere a livello orario la vita sulla sabbia: sarebbe bellissimo poter scendere dal lettino all’imbrunire e andare subito al chiringuito o al ristorante a fianco a godermi ancora l’atmosfera del mare e il tramonto indossando le infradito. Sarebbe interessante trasformare alcune aree in beach club in cui trovare un sottofondo musicale adatto al contesto, cenare e bere un buon calice di vino, immersi in una dimensione più soft e particolarmente gradevole”.

A Chicco Giuliani, Riccione Happy Days ha fatto omaggio della t-shirt nera Kaos in Love.

Informazioni biografiche Il pensiero e l’azione hanno bisogno di parole. Parole giuste perché l’obiettivo diventi un traguardo e non si trasformi in chimera, in soffio evanescente. Scrivere per me è terapia dell’essere. È certezza di conoscenza. È fusione d’intelletto e cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *