Jury Chechi fa rima con semplicità: “Riccione? Ospitale e divertente”

Jury Chechi è innamorato di Riccione. Perché? "Qui c'è il mare. Un qualcosa di meraviglioso"
Jury Chechi ad Atlanta 1996 - Credits: Sportfair.it
Jury Chechi ad Atlanta 1996 - Credits: Sportfair.it

Jury Chechi: qualsiasi presentazione non sarebbe sufficiente a descrivere un campione del suo calibro. Da Prato è partito alla conquista del mondo grazie a due semplici attrezzi e un cuore grande che hanno fatto di lui una leggenda: dentro e fuori la palestra.

Da diversi anni frequenta Riccione per la sua unicità e noi di RICCIONE Happy Days lo abbiamo incontrato in sella alla sua bici in occasione della Riccione Ride Week, pronto ad affrontare una “nuova” sfida a pedali. 🚲

L’incontro con Jury Chechi alla partenza della Riccione Ride Week

Che cos’è lo sport per Jury Chechi?

“Lo sport è tantissime cose. Una grande scuola di vita, un modo per raggiungere e coronare i miei sogni… Per molti può significare solo trascorrere una giornata in tranquillità facendo un po’ di fatica; divertendosi e gustandosi il paesaggio, il panorama. Ma è più aspetti insieme, non c’è dubbio”.

Una domanda molto, troppo difficile, per la quale non basterebbero mille parole. Ma che Jury è riuscito a rendere al meglio, con la sua solita unicità, in poche battute.

Quale ruolo ha avuto l’umorismo nella sua carriera?

“Beh, se uno non ha un po’ di ironia, un po’ di autoironia credo si perda parecchio. È stata molto importante e lo è ancora”. 🙃

Chechi, non è stato solo un esempio come atleta, ma anche come uomo, trasformando le sue debolezze in punti di forza con una capacità disarmante tanto da partecipare a diversi talk show e cortometraggi comici sul piccolo schermo.

Tre parole per descrivere Riccione

“Direi divertente perché lo è; ospitale perché è sempre stata un posto ospitale. E poi c’è il mare. Non so come definirlo. A mio parere è assolutamente meraviglioso“. 🌊

Piccolo di statura ma dall’animo grande, Jury Chechi ha conquistato non solo il primato ad Atlanta 1996 o il podio ad Atene 2004, bensì il cuore di migliaia di persone dentro e fuori il piccolo schermo. Dietro al suo Palmares e a quel fascio di muscoli si nasconde una persona unica che fa della semplicità un cavallo di battaglia.

Insomma, un uomo di sport a tutto tondo nella città dello sport: o più semplicemente, “solo” Jury Chechi.

Tag dalla storia
, ,
Scritto da
Informazioni biografiche Nato a Rimini per fortuna per alcuni, per sfortuna per altri, sono un’inaffiatabile cercatore di stimoli che trova la sua passione nel passato, ma che non disdegna qualsiasi novità di altro genere. Amante del movimento, dello sport e del buon cibo, adoro passare il mio tempo libero in compagnia senza però trascurare qualche sano momento in riflessiva solitudine. Affascinato dall’Italia, guardo spesso mappe e cartine nella speranza di partire, zaino in spalla, in qualche folle viaggio, perché se non si fosse notato, adoro viaggiare. Insomma, sono un esploratore a tutto tondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *